La Campania porta in tavola un paniere di bontà ricco di sapori di mare e di terra: pomodori, mozzarella di bufala, frutta fresca e secca, agrumi, pesce azzurro. Una infinita serie di condimenti tramandati da generazioni. Ogni territorio e ogni stagione ha le sue prelibatezze che compongono il gustoso menu della Dieta Mediterranea.

 

Fresca o secca, fatta in casa, artigianale o confezionata, la pasta è la base di pranzo e cena: in casa, al ristorante e persino in pizzeria, dove diventa frittatina servita come goloso antipasto.

Ogni formato ha la sua ricetta in una varietà di preparazioni, sapori, sughi e intingoli di mare o di terra, classici o creativi.

Una scelta così varia che permette di mangiarla ogni giorno cambiando sempre e offrendo, ogni volta, l’emozione di un gusto familiare.

Rosso o bianco, nel vino c’è la storia della Campania.

Portare con sé una bottiglia di vino è un ottimo modo per curare la nostalgia che assale quando si lascia la Campania.

La wine list è ampia ed è il frutto di più di 24 mila ettari di terreni vitati.

Da un calice di Fiano, di Taurasi, di Greco di Tufo, di Lettere, di Gragnano o Catalanesca si sprigionano fragranze e profumi di una regione in cui la tradizione enologica e la cultura del buon bere racconta la sua storia di secoli.

Olio extravergine di oliva: ecco i Dop campani.

La Campania ha una secolare tradizione olivicola e produce in diverse zone della regione oli di grande qualità.

Sono cinque i marchi Dop nella terra prediletta dal sole, che portano in tavola il condimento protagonista della Dieta Mediterranea: l’olio extravergine di oliva.

Dal Cilento alla Penisola Sorrentina fino alle colline irpine e al Casertano, il tour alla ricerca dell’olio di eccellenza ripercorre la mappa dell’intera regione in una varietà di cultivar che dànno prodotti con fragranze, acidità, consistenze tanto diverse da comporre una vera e propria carta degli olii.